Le vacanze in agriturismo sono l’occasione perfetta per gustare i piatti tipici della tradizione contadina, preparati con ingredienti genuini e la sapienza di un tempo. Se avete scelto la Val D’Aosta per le vostre vacanze, abbiamo dei suggerimenti che vi faranno venire l’acquolina in bocca.

Costolette alla valdostana

Uno dei piatti più famosi della Val D’Aosta. Una variante delle tradizionali costolette di vitello in versione montana, quindi molto sostanziosa. Le costolette sono disossate e poi avvolte da una croccante panatura, ma non prima di averle imbottite con fontina e prosciutto cotto. Gustate ben calde sono irresistibili.

Fonduta

Anche se spesso il termine viene utilizzato per descrivere altre preparazioni a base di formaggio, la fonduta è il piatto principe della cucina valdostana, servito in tutti gli agriturismi e i ristoranti della regione.

È una preparazione nella quale pezzi di formaggio a pasta dura vengono fusi all’interno di una particolare pentola in ghisa, terracotta o porcellana. Ogni commensale infilza con una forchetta un pezzo di pane prima di intingerlo nel delizioso risultato finale. La pentola viene servita in tavola e mantenuta calda dalla fiamma di una candela.

Seupa à la vapelenentse

Anche questo è un piatto gustoso e dal carattere forte. Preparato con brodo, cavolo verza, fontina, burro e pane raffermo, gli ingredienti vengono disposti a strati, prima di essere informati per formare una crosta croccante e fondente allo stesso tempo.

È tipico del comune di Valpelline ma lo potete assaggiare anche in altre aree della regione. L’importante è riuscire a pronunciare il suo nome correttamente!

Civet di camoscio

Un piatto profumatissimo che sprigiona tutti gli aromi della montagna. È una sorta di ragù di camoscio, cotto con pomodoro e verdure a cui si accompagnano polenta o patate. La carne viene lasciata macerare per tre giorni in vino e spezie per conferirgli un gusto ineguagliabile. Un procedimento lungo dal risultato unico.